Sussurri d'Africa

Viaggio self drive
Un itinerario gradevole e completo. Il soggiorno, ove possibile, è previsto in boutique hotel,
che stanno comparendo anche in Namibia come alternativa agli hotel di tradizionali: di piccole dimensioni e dall’atmosfera piacevole, sono personalizzati con cura e vi si trova un’atmosfera particolarmente accogliente.   



IL VIAGGIO



I luoghi Patrimonio dell’Umanità che visiterete
- Il Deserto del Namib
- Le grotte con incisioni rupestri preistoriche a Twyfelfontein

Partenze individuali quotidiane
13 giorni / 12 notti

WINDHOEK  - DESERTO DEL KALAHARI - DESERTO DEL NAMIB - SWAKOPMUND – TWYFELFONTEIN - SOUTH ETOSHA - ERONGO MOUNTAINS - WINDHOEK AREA

1° Giorno: WINDHOEK
All’arrivo a Windhoek incontro con il nostro corrispondente locale che assisterà al ritiro dell’auto a noleggio e consegnerà i voucher per il viaggio. Trasferimento self drive in città.
Windhoek è spesso descritta come una città dall’atmosfera continentale per la sua architettura, per i palazzi che risalgono all’epoca coloniale tedesca, ma anche per la sua cucina e la sua cultura.
Allo stesso tempo però offre i colori, i suoni ed i tempi di una moderna città Africana.
Sui marciapiedi vengono offerti tamburi africani e artigianato dal nord che contrastano con gli eleganti negozi dove si trovano sofisticati ornamenti Swakara e pietre preziose namibiane incastonate in gioielli d’arte sopraffina. Grazie alle numerose sorgenti d’acqua calda, Windhoek un tempo veniva chiamata Ai-gams, che deriva dalla parola Nama che significa “acqua del fuoco”, o anche Otjomuise, parola Herero che sta per ”posto del vapore”. Il capitano Nama JanJonker Afrikaner diede alla città il nome attuale. Durante l’amministrazione coloniale tedesca, la città fu chiamata Windhuk, nome trasformato poi in Windhoek.
Sistemazione presso la Elegant Guest House (o simile).
Distanza da percorrere circa 45 Km.
Pernottamento.

2° Giorno: WINDHOEK - DESERTO DEL KALAHARI
Partenza in direzione Sud per raggiungere l’Intu Afrika Kalahari Game Reserve, situata nel Deserto del Kalahari, dove si potrà notare la differenza dal Deserto del Namib: il Kalahari è di terra rossa con dune per lo più parallele tra loro, il Namib è prevalentemente di terra gialla con dune a collina. Arrivo al lodge e sistemazione presso l’Intu Afrika SuricateTented Lodge(o simile).
Nel pomeriggio si effettua un fotosafari in jeep 4x4 nella zona desertica del Intu Africa Kalahari Game Reserve, dove si trovano varie specie animali tra le quali gli orici e gli springbok (attività inclusa).
Distanza da percorrere circa 250 Km.
Mezza pensione che include la cena.

3° Giorno: DESERTO DEL KALAHARI - DESERTO DEL NAMIB
Proseguimento in direzione Sud-Ovest verso il Deserto del Namib. Durante questo tragitto si attraversano paesaggi spettacolari per entrare nella regione centrale namibiana. Arrivo nel tardo pomeriggio al lodge al confine col Namib Naukluft Park.
Pernottamento presso HoodiaDesert Lodge (o simile).
Distanza da percorrere: circa 330 Km.
Mezza pensione che include la cena.

4° Giorno: DESERTO DEL NAMIB
La mattina presto escursione self drive nei pressi dell’antico Tsauchab River, visitando il Sossusvlei, la duna 45 e il Deadvlei*. Molti turisti affermano che non c’è nessun’altra parte del deserto più impressionante del Sossusvlei, con le sue dune monumentali e l’ombra delle loro sinuose creste che cambiano continuamente in funzione dell’inclinazione solare. Montagne di sabbia dalla forma a stella arrivano fino a 325 m di altezza. Le calde tinte della sabbia, che vanno dal color albicocca, all’arancione per arrivare fino al rosso, contrastano in modo incredibile con il bianco dell’argilla delle depressioni alla base delle dune. Il pomeriggio è da dedicare alla visita delSesriem Canyon, un piccolo e pittoresco canyon eroso dallo Tsauchab River nel corso di millenni.
Pernottamento presso HoodiaDesert Lodge (o simile).
Distanza da percorrere: circa 200 Km.
Mezza pensione che include la cena.

* Le auto a noleggio vanno lasciate al parcheggio dei 2x4. Gli ultimi 5 Km si fanno a piedi oppure prendendo il servizio NWR Shuttle fino a Sossusvlei.

5° Giorno: DESERTO DEL NAMIB - SWAKOPMUND
Proseguimento del viaggio in direzione Nord lungo il confine orientale del Namib Naukluft Park (permesso di transito da acquistare a Sossusvlei il giorno precedente) passando attraverso il piccolo insediamento di Solitaire sulla strada verso il Gaub e il Kuiseb Canyon. Attraverso le “gravelplains” del Namib Desert (pianure di ghiaia), ci si dirige verso la città costiera più rinomata della Namibia, Swakopmund. Lungo il viaggio, con una breve deviazione, si possono visitare l’evidente erosione della “Moon Valley” (Valle della Luna) ed una piana punteggiata dalle più antiche piante al mondo: le “Welwitschiamirabilis”.
Arrivo nel tardo pomeriggio a Swakopmund. Sistemazione presso lo SwakopmundBeach Lodge(o simile).
Distanza da percorrere: circa 380 Km.
Prima colazione e pernottamento.

6° Giorno: SWAKOPMUND
Servizio di pernottamento e prima colazione allo Swakopmund Beach Lodge. Pranzo e cena non inclusi.
Giornata libera per escursioni facoltative, come per esempio una crociera di mezza giornata sulla laguna di WalvisBay dove si avvisteranno pellicani, cormorani, otarie e, con un po’ di fortuna, delfini, balene e orche marine.Nel pomeriggio si può esplorare la zona protetta di Sandwich Harbour sulla Costa del Deserto del Namib, a 55 Km a sud di WalvisBay, dove si potrà vivere l’emozione di vedere il deserto che si getta in mare, con paesaggi incontaminati ed unici.
Consigliamo di prenotare e pagare le escursioni prima della partenza in quanto i posti sono limitati.

7° Giorno: SWAKOPMUND - TWYFELFONTEIN
Partenza presto da Swakopmund in direzione nord viaggiando attraverso la National West CoastRecreational Area fino alla piccola cittadina di pescatori di HentiesBay. Lungo il percorso si consiglia di visitare la colonia di otarie di Cape Cross, luogo scoperto per la prima volta nel 1486 da un esploratore portoghese, Diego Cao, che vi eresse una croce in onore di Giovanni I di Portogallo. Lasciando la costa, si prosegue verso Est attraverso le “gravelplains” in direzione dell’ormai abbandonata città mineraria di Uis e della più alta catena montuosa della Namibia, il Brandberg, alto 2573 m e conosciuto per il famoso esempio di arte boscimane: “the White Lady”.
Arrivo nel tardo pomeriggio per il pernottamento presso il Camp Kipwe(o simile).
Distanza da percorrere: circa 450 Km.
Mezza pensione che include la cena.

8° Giorno: TWYFELFONTEIN
La giornata è da dedicare alla visita del Damaraland: si inizia con Twyfelfontein, il cui nome significa “sorgente incerta”. Nel 1952 la zona è stata dichiarata monumento nazionale, non per la sua acqua ma per i suoi tesori artistici. A differenza della maggior parte dei siti di arte preistorica dell’Africa meridionale, a Twyfelfontein non vi sono pitture ma incisioni rupestri, i petroglifi, di origine incerta e situati in una valle di arenaria rossa a forma di U che si visita a piedi. La maggior parte dei petroglifi riflette il rapporto tra gli esseri umani e la natura. Alcune sono rappresentazioni stilizzate, ma nella maggior parte dei casi riproducono fedelmente e con grande abilità persone e animali della regione, per lo più animali ormai scomparsi in questa zona meridionale: elefanti, rinoceronti, giraffe e leoni.
Meritano una visita anche le interessanti formazioni geologiche di cui è ricca l’area, tra le quali la “Burnt Mountain” (La Montagna Bruciata) e le colonne dolomitiche conosciute come “OrganPipes” (canne d’organo).
Su richiesta vi è la possibilità, con supplemento, di partecipare ad un game drive alla ricerca degli elefanti del deserto, organizzata dal lodge. (costo circa Euro 55 per persona, da prenotare prima della partenza).
Mezza pensione che include la cena.

9° Giorno: TWYFELFONTEIN - SOUTH ETOSHA (Epacha Game Reserve)
Si lascia la zona di Twyfelfontein e si prosegue per il rinomato Parco Nazionale Etosha. Lungo il percorso vi è la possibilità di visitare la Foresta Pietrificata, un insieme di tronchi di alberi fossili che in origine facevano parte di una foresta risalente a circa 200 milioni di anni fa.
Raggiunto il confine meridionale del Parco Etosha, nei pressi dell’Andersson Gate, si entra nella riserva privata di Epacha.Sistemazione presso l’EagleTented Lodge.
Distanza da percorrere: circa 340 Km.
Mezza pensione che include la cena.

10° Giorno: SOUTH ETOSHA (Epacha Game Reserve)
Giornata da dedicare alla visita della Riserva privata (con le jeep del lodge, pagamento in loco) o del Parco Etosha nell’area centrale di Okaukuejo (con il proprio veicolo).
Con i suoi 22.270 Kmq il Parco Etosha è uno dei più grandi del mondo. Dichiarato riserva faunistica nel 1907 dal Governatore tedesco Von Lindequist, si estendeva originariamente su 80.000 Kmq. ma nel corso degli anni la sua area è stata ridotta alle dimensioni attuali. L'Etosha ospita 114 specie di mammiferi, 350 specie di uccelli e 21 differenti tipi di vegetazione. Le specie che comunemente possono essere avvistate sono: la zebra Burchell, lo springbok, l’impala dalla muso nero, lo gnu, il gemsbok, l’orice, la giraffa ed il redhartebeest. Il parco ospita anche un buon numero di elefanti, leoni e rinoceronti neri.
Da notare che nel Parco Etosha non è possibile andare fuori pista con veicoli privati, anche se 4x4. Qualora i viaggiatori desiderassero prendere parte ad un fotosafari in jeep aperte si può prenotare e pagare in loco presso uno dei rest camp statali all’interno del parco. Presso i souvenir shop dei campi sono in vendita cartine che segnalano le pozze d’acqua dove è più frequente vedere gli animali.
Informarsi bene sugli orari di apertura e chiusura dei cancelli del Parco.
Mezza pensione che include la cena.

11° Giorno: SOUTH ETOSHA (Epacha Game Reserve) - ERONGO MOUNTAINS
Di buon mattino trasferimento ad Omaruru e sistemazione presso l’Erongo Wilderness Lodge. Abbarbicato sulle rocce granitiche in un luogo straordinario, il lodge si trova ai piedi delle Erongo Mountains, nel territorio della Erongo Mountain Nature Conservancy, che si estende su 200.000 ettari di terreno. Nel pomeriggio è possibile partecipare ad una passeggiata a piedi con esperto ranger attraverso il maestoso paesaggio delle Montagne Erongo.
Distanza da percorrere: circa 330 Km.
Mezza pensione che include la cena.

12° Giorno: ERONGO MOUNTAINS - WINDHOEK AREA
Rientro verso Windhoek.
Lungo il percorso si consiglia una sosta ad Okahandja per una visita al piccolo mercato artigianale.
Sistemazione presso N/A’An Ku Se Lodge (o simile). Nel pomeriggio vi è la possibilità di partecipare, con supplemento, ad una delle attività offerte dal lodge (con supplemento, da prenotare prima della partenza).
Distanza da percorrere: circa 300 Km.
Mezza pensione che include la cena.

13° Giorno: WINDHOEK AREA - WINDHOEK AEROPORTO
Dopo la prima colazione trasferimento all’Aeroporto Internazionale di Windhoek, rilascio dell’auto a noleggio.
Distanza da percorrere: circa 130 Km.

TARIFFE e SISTEMAZIONI

QUOTE DI PARTECIPAZIONE: su richiesta