Mistico Tibet

Anfiteatro geologico del nostro pianeta scaturito dalla collisione di continenti milioni di anni orsono,  innalzando verso il cielo immani masse di roccia, il Tibet è l’esempio più rappresentativo di quanto il paesaggio possa influenzare la cultura.
Gli antichi sciamani che dimorarono fra le vette dell’Himalaya pervasi da energie supernaturali diedero vita ad un culto animista che non fu sradicato neppure dall’insegnamento buddista e che fa parte del lamaismo o buddismo tibetano. La drammatica grandiosità del paesaggio – arido e quasi surreale - ne sottolinea il rigore mistico.



IL VIAGGIO



I luoghi Patrimonio dell’Umanità che visiterete
Il Palazzo del Potala a Lhasa


Durata 8 giorni / 7 notti
Partenze individuali giornaliere

KATHMANDU - LHASA – GYANTSE – SHIGATSE – TSEDANG – SAMYE - KATHMANDU

1° giorno: KATHMANDU / GONGGAR - LHASA
Si parte al mattino da Kathmandu con un volo trans-himalayano Air China con vedute straordinarie sulle montagne più alte della terra, tra cui il monte Everest perfettamente visibile.
Arrivo all’aeroporto di Gonggar in Tibet e poi trasferimento a Lhasa (90 km.)
Il pomeriggio è di riposo per acclimatarsi all’altitudine.

2° e 3° giorno: LHASA
Giornate dedicate alla visita dei luoghi più emblematici della città di Lhasa. Iniziamo dal grandioso palazzo-fortezza Potala, ex residenza dei Dalai Lama, che domina l’intera città e che si sviluppa su tredici livelli, sormontato da un tetto d’oro, visibile da ogni punto della città. Un altro luogo di grande suggestione è il venerato santuario Jokhang. Il tempio, del VII secolo, è luogo sacro per eccellenza ed i pellegrini lo raggiungono anche da molto lontano strusciando sulle mani e sulle ginocchia.
Intorno al santuario Jokhang si sviluppa il pittoresco e affollatissimo quartiere commerciale Barkhor.
Nei dintorni di Lhasa visitiamo il monastero di Drepung, che sovrasta la valle di Lhasa, un tempo importante università monastica; il monastero di Sera dove ogni pomeriggio si può assistere al dibattito fra i monaci su argomenti dottrinali e, infine, il palazzo Norbulingka che fu residenza estiva del Dalai Lama, circondato da vasti e curati giardini.

4° giorno: LHASA - GYANTSE
Tappa di trasferimento di circa 260 km. che prenderà quasi l’intera giornata, attraverso alcuni dei paesaggi più spettacolari del Tibet. Ci si inerpica sui tornanti che conducono al passo Khamba-La (4.794 m.) con vedute sensazionali sul lago YamdrokTso dalle acque di un incredibile azzurro e poi ancora al passo Jekyung-la per raggiungere, nel pomeriggio avanzato, la città di Gyantse a 3.950 m. di altitudine.

5° giorno: GYANTSE - SHIGATSE
Gyantse è la terza città del Tibet, un tempo molto importante per la sua posizione sulla rotta commerciale per l’India. La visita comprende la lamaseria di Pelkhor del XV secolo, con le pareti affrescate da grandi “mandala”, ma anche da immagini terrificanti che simboleggiano i conflitti dell’animo umano. All’interno della città monastica si trova il celebre Kumbum, il più grande chorten del Tibet detto anche “dei centomila Buddha”.
Partenza per Shigatse (3.900 m.), che si raggiunge in circa due ore di viaggio (90 Km.)
Visita della grande cittadella monastica di Tashilumpo, ex residenza del Panchen Lama, la seconda autorità religiosa tibetana.

6° giorno: SHIGATSE - TSEDANG
Tappa di trasferimento di circa 290 km. attraverso i paesaggi carichi di suggestione dell’altopiano tibetano, che si conclude nella città di Tsedang (3.560 m.) dopo circa otto ore di viaggio.

7° giorno: TSEDANG (SAMYE)
Giornata dedicata ad un’escursione all’antichissimo monastero di Samye, centro di cultura e disciplina buddista che si raggiunge da Tsedang traghettando il grande fiume Bramaputra (in Tibet chiamato Yarlung) a bordo di rustiche imbarcazioni locali.
Si visitano in seguito il castello di Yambulakang situato su di un alto sperone roccioso a guardia dell’antica strada carovaniera, il monastero di Tandruk e le tombe dei re tibetani.

8° giorno: TSEDANG - GONGGAR / KATHMANDU
Al mattino presto trasferimento all’aeroporto di Gonggar e volo di ritorno a Kathmandu

TARIFFE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Le quote sono espresse in Euro e si intendono per persona

Maggio – ottobre 2013

In camera doppia

Suppl. singola

Base 2-3 persone

2.120

370

Base 4-6 persone

1.890

370


Sistemazioni alberghiere:
Lhasa
, Hotel Brahmaputra
Gyantse, Hotel BrahmaputraGyantse
Shigatse, Hotel BrahmaputraMansarovar
Tsedang, Hotel BrahmaputraTsedang


Diritti di prenotazione

Adulti
€ 70

Bambini
€ 30

Gratis per chi effettua il secondo viaggio Carréblu nello stesso anno

Assicurazione obbligatoria annullamento viaggio:
Tabella premi, per persona (da aggiungere alla quota di partecipazione al viaggio)

 

Quota di
partecipazione al viaggio

Premio
per assicurato

 

Fino

a

€ 1.000,00

€ 30,00

Da

€ 1.001,01

a

€ 2.000,00

€ 60,00

Da

€ 2.000,01

a

€ 3.000,00

€ 90,00

Da

€ 3.000,01

a

€ 4.000,00

€ 118,00

Da

€ 4.000,01

a

€ 5.000,00

€ 145,00

Da

€ 5.000,01

a

€ 6.500,00

€ 190,00

Da

€ 6.500,01

a

€ 8.000,00

€ 235,00

Da

€ 8.000,01

a

€ 10.000,00

€ 295,00

Da

€ 10.000,01

a

€ 12.500,00

€ 369,00

Da

€ 12.500,01

a

€ 15.000,00

€ 443,00

Da

€ 15.000,01

a

€ 20.000,00

€ 590,00

Il “pacchetto assicurativo” è obbligatorio per tutti i partecipanti in quanto parte integrante del pacchetto di viaggio.
 Il premio, non rimborsabile, deve essere aggiunto al costo degli altri servizi.

Consulta i dettagli delle polizze assicurative Amitour e Amitravel: in questo link

LE QUOTE COMPRENDONO
-
Trasporto aereo Kathmandu/Lhasa/Kathmandu
- Sistemazione negli alberghi indicati (o simili)
- Servizio di pernottamento e prima colazione
- Trasporto in fuoristrada tipo Toyota
- Visite su base privata con guida tibetana di lingua inglese
- Ingressi ai monasteri
- trasferimento da e per l’aeroporto di Gonggar (Lhasa)
- Visto d’ingresso in Tibet
- Assicurazione bagaglio e assistenza alla persona Ami Assistance
- Tasse e percentuali di servizio

LE QUOTE NON COMPRENDONO:
-Trasporto aereo dall’Italia
- I pasti principali
- Bevande, mance, extra a carattere personale
- Quanto non espressamente indicato ne “le quote comprendono”