India regale

Forti, palazzi e città carovaniere del Rajasthan. Suggestioni e atmosfere di un passato fastoso che rivive nelle splendide dimore dei maharaja, discendenti del sole e della luna. Opere d’arte, folklore vivacissimo e paesaggi incantevoli caratterizzano questo viaggio, ideale per visitare l’India in grande stile.



IL VIAGGIO



I luoghi Patrimonio dell’Umanità che visiterete
 
Il Qutub Minar e i suoi monumenti a Delhi
La Tomba di Humayun a Delhi
Il Taj Mahal
Fatehpur Sikri
Jantar Mantar di Jaipur
Il Forte di Amber
il Forte di Jaisalmer


11 giorni / 10 notti
Partenze collettive con guide in lingua italiana


Partenze individuali giornaliere, su richiesta


DELHI – AGRA – JAIPUR – BUNDI – UDAIPUR – JODHPUR – DELHI

1° giorno: DELHI
Arrivo a Delhi in mattinata. Accoglienza in aeroporto e trasferimento in hotel.
Delhi è la sede del governo della più grande democrazia liberale al mondo e copre un'area metropolitana che è la seconda più grande dell'India. La città è divisa storicamente ed urbanisticamente in due parti assai diverse fra loro: la città vecchia edificata dai Moghul, con viuzze molto trafficate ed edifici aggrappati gli uni agli altri ed i quartieri moderni, progettati da Sir Edwin Lutyens all'inizio del XX secolo.
Nel pomeriggio la visita della città inizia con la parte vecchia: la moschea Jama Masjid, una delle più grandi del paese, il Forte Rosso (visita esterna) e passeggiata a piedi nella città vecchia; visita del Raj Ghat, luogo della cremazione del Mahatma Gandhi.
Nella parte nuova di Delhi si ammirano l’India Gate, i palazzi del Parlamento e del Presidente in perfetto stile britannico.
Cena e pernottamento. 

2° giorno: DELHI – AGRA (215 km)
In mattinata prosegue la visita di Delhi con due monumenti molto importanti per la storia antica e le radici di Delhi: il Qutub Minar la cui costruzione iniziò nel 1199 e l’imponente tomba di Humayun, costruita nel 1565 per ospitare le spoglie del secondo imperatore moghul.
Partenza per Agra, capitale dell’impero Moghul. Lungo il percorso sosta per la visita del mausoleo di Itmad-ud-Daulha, anche chiamato “il piccolo Taj Mahal” per numerosi elementi architettonici e decorativi che anticipano quelli del più celebre Taj Mahal.
Sistemazione in hotel.
Cena e pernottamento. 

3° giorno: AGRA
Al mattino presto si visita il Taj Mahal. L’imperatore moghul Shah Jahan iniziò l’opera di costruzione nel 1631, in memoria della moglie Mumtaz Mahal, che morì prematuramente dopo la nascita del loro quattordicesimo figlio. Il “monumento all’amore” in marmo bianco dalle proporzioni perfette, ha pareti intarsiate di pietre semi-preziose che riproducono fiori e piante stilizzati secondo lo stile moghul e contiene i cenotafi dell’imperatore e della moglie. La costruzione richiese ben 22 anni di lavoro per il suo completamento, dal 1653, e l’impiego di 20.000 persone. Sia che lo si guardi nella luce rosata dell’alba, o riflesso delle fontane del bellissimo giardino, il Taj Mahal è sempre uno spettacolo che incanta. 
In seguito visita del Forte Rosso residenza degli imperatori moghul, una città nella città sulla riva orientale del fiume Yamuna. La cittadella fortificata, dai tratti architettonici molto raffinati, fu edificata dall’imperatore Akbar negli anni 1565-1573 e poi arricchita di splendidi edifici in marmo da Shah Jahan.
Nel pomeriggio visita di Sikandra, esempio dell’India maestosa e raffinata degli imperatori moghul.In questo luogo, il grande Akbar che promosse il sincretismo religiosonel suo impero, volle fosse eretto il proprio mausoleo ricco di elementi simbolici religiosi.
Prima colazione, cena e pernottamento. 

4° giorno: AGRA – FATEHPUR SIKRI – JAIPUR
In mattinata partenza per Jaipur. Dopo circa 40 km sosta per la visita della città deserta di Fatehpur Sikri voluta dall’imperatore Akbar in ringraziamento per la nascita del suo figlio primogenito e poi abbandonata dopo pochi anni. La città è molto suggestiva, con bellissimi palazzi in arenaria rossa perfettamente conservati. 
In seguito, sosta nel villaggio di Abhaneri dove si visita il Chand Baori, un pozzo monumentale del VII secolo con 3500 stretti gradini che collegano 13 livelli fino a raggiungere l’acqua alla profondità di trenta metri e che risolveva l’approvvigionamento idrico della popolazione nei periodi di siccità.
Arrivo a Jaipur che ci accoglie come il trailer di un film indiano: colori sgargianti, traffico caotico dove si mescolano veicoli d’ogni genere inclusi carri trainati da buoi e cammelli, musica, palazzi in filigrana di pietra… e vacche che passeggiano incuranti del traffico e del rumore. Nel tardo pomeriggio si può effettuare – facoltativamente – un giro in ciclo ricsciò attraverso i bazar della città.
Mezza pensione che include la prima colazione e la cena.

5° giorno: JAIPUR
In mattinata visita di Amber, la stupenda fortezza del XVI secolo che domina tutto il paesaggio. 
In jeep o a dorso di elefante si percorre la lunga rampa che conduce alla cittadella con i suoi fiabeschi palazzi in cui si fondono le tradizioni e gli elementi architettonici indù e musulmani: la sala delle udienze private, la sala della vittoria e la celebre Sheesh Mahal, la sala degli specchi.
Di ritorno a Jaipur sosta all’Hawa Mahal, il palazzo dei venti, una facciata in arenaria rosa a cinque piani traforata da ben 953 balconi scolpiti, nicchie e finestre.
L’edificio fungeva da tribuna d’onore per le signore della corte che potevano assistere – non viste - alle parate e alle manifestazioni che si svolgevano nella strada.
Il pomeriggio è dedicato alla visita di Jaipur, la fastosa capitale del Rajasthan conosciuta come “la città rosa” dal colore predominante dei suoi edifici. I suoi monumenti più famosi sono all’interno delle mura, come il palazzo del maharaja o City Palace, il Jantar Mantar, monumentale osservatorio astronomico che, con le sue enormi sagome geometriche, crea una scenografia quasi surreale.
Mezza pensione che include la prima colazione e la cena in ristorante specializzato in cucina mughul.

6° giorno: JAIPUR – BUNDI (210 km.)
In mattinata prosegue il viaggio verso il Rajasthan più nascosto e genuino, raggiungendo la bella città di Bundi a 210 km. da Jaipur. Capitale di uno stato principesco nell’epoca d’oro dei Rajput ha conservato le sue caratteristiche e una piacevole atmosfera rilassata e accogliente che la distingue dalle altre caotiche città indiane.
Bundi è raccolta ai piedi di una grande collina rocciosa e intorno a un grande bacino artificiale. Dall’alto dominano la città il Forte Taragarh e il Palazzo Garth. Gli edifici della città di colore azzurro lavanda, i vicoli e i bazar, i disegni murali che decorano le facciate delle havelisi sviluppano in bellissimi cortili dove il tempo sembra essersi fermato, testimonianza di un antico splendore.
Mezza pensione che include la prima colazione e la cena

7° giorno: BUNDI – CHITTOR - UDAIPUR (278 km.)
Dopo la prima colazione riprende il viaggio verso il sud del Rajasthan con sosta per la visita di Chittorgarh, città fortificata che per otto secoli fu uno dei centri di potere più contesi di tutti l’India.
con un fascino unico per le leggende di coraggio, di lealtà e di morti gloriose a cui fece da scenario.
Di volta in volta invasa, assediata, saccheggiata, fu sempre difesa dai valorosi Rajput e dalle loro donne che per non cadere nelle mani degli invasori non esitarono a compiere il “johar”, il sacrificio collettivo della vita.
Proseguimento per Udaipur, un gioiello del Rajasthan, “la città dell’aurora” e la più romantica città indiana, che gode di una fantastica scenografia tra i laghi Pichola e Fateh Sagar e la cornice dei monti Aravalli.
Mezza pensione che include la prima colazione e la cena

8° giorno: UDAIPUR
In mattinata visita della città. Il centro storico è estremamente suggestivo con stradine medioevali su cui si aprono logge traforate, cortili abbelliti da dipinti murali con cortei di elefanti e figure di cavalieri e principesse, bazar pieni di vita e di colore, templi grandi e piccoli e “ghat”, le scalinate che conducono al lago, fra lavandai e devoti che praticano riti e abluzioni. Su tutto, troneggia l’immenso complesso del City Palace, residenza dei sovrani Mewar, una struttura composta da diversi palazzi costruiti in epoche successive. All’interno del palazzo i cortili – tra cui quello celebre “del pavone” – le stanze e le gallerie sono così ricchi di decorazioni che costituiscono di per sé un museo rappresentativo della storia del Mewar e dei suoi sovrani.
Nel pomeriggio proseguimento della visita di Udaipur e giro in barca sul lago Pichola fino all’isola Jag Mandir, un tempo riservata alle feste per gli ospiti del maharana di Udaipur.
Mezza pensione che include la prima colazione e la cena.

9° giorno: UDAIPUR – RANAKPUR – JODHPUR
Prima colazione in hotel.
Partenza per Ranakpur, dove – in una valletta fra i boschi dei monti Aravalli – sorge un magnifico complesso templare jain. La struttura, in marmo bianco, si sviluppa su due piani sormontati da un terzo più piccolo, e comprende 29 sale e ben 1444 colonne, ognuna delle quali è scolpita in modo diverso.
Al termine della visita proseguimento per Jodhpur e sistemazione in hotel.
Cena e pernottamento.

10° giorno: JODHPUR / DELHI
Prima colazione in hotel.
In mattinata visita della città. Jodhpur è sovrastata dall’immenso Forte Meherangarh che si erge su una rocca alta 120 metri e al quale si accede lungo un camminamento protetto da mura alte 36 metri e spesse 21 metri, con sette porte rinforzate da rostri di ferro per proteggerle dalle cariche degli elefanti. Superata la Suraj Pol, la Porta del Sole, si accede ai palazzi e cortili del forte in una cornice di maestosità e sontuosa raffinatezza. Dall’alto dei bastioni si ammira il centro storico sottostante, un agglomerato di casette coi i tetti a terrazza dipinte di un vivido azzurro, colore predominante della città.
Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto e volo per Delhi.
Sistemazione in hotel.
Cena e pernottamento.

11° giorno: DELHI (partenza)
Prima colazione. 
Trasferimento all’aeroporto o proseguimento per la destinazione successiva del viaggio.

 



Link Astoi